11.6 C
Pisa
giovedì 8 Dicembre 2022

Pediatria a Volterra, “non possiamo perdere un servizio di urgenza”

Proteste da opposizioni e associazione Mamme Alta Val di Cecina per l’apertura di 4 giorni a settimana: il fine settimana resta scoperto.

La dichiarazione dell’associazione “Mamme Alta Val di Cecina” in merito alla riapertura dell’ambulatorio pediatrico a Volterra (clicca QUI).

“Riguardo alla notizia della riapertura della pediatria a Volterra, pubblicizzata con grande enfasi sui giornali e sui social, le associazioni e i gruppi di minoranza intendono fare delle precisazioni.

Nella riunione della Consulta a cui le mamme sono state invitate, non è stata concordata con voto favorevole la tipologia di orario né un monitoraggio a fine anno per verificare l’affluenza al servizio pediatrico, anche perché sarebbe molto parziale un dato che si riferisce solo agli ultimi tre mesi non considerando il periodo estivo, cioè quello di maggiore presenza turistica e di maggiore bisogno.

Il monitoraggio a fine anno, oltre a essere inutile perché assolutamente parziale, è palesemente viziato dal fatto che inevitabilmente i numeri saranno bassi, in 4 ore al giorno (nei giorni in cui ci sono anche i Medici di base) non si risponde ai bisogni emergenziali, ma a quelli differibili.  

Intendiamo inoltre sottolineare che non riteniamo la proposta dell’Asl, cioè l’apertura dell’ambulatorio per 4 ore dal lunedì al venerdì  lasciando inoltre completamente scoperto il fine settimana, rispondente ai bisogni della popolazione, così come invece afferma l’Azienda”.

La Lista Civica Uniti per Volterra, guidata dal capogruppo Paolo Moschi, parla di “presa in giro”:

“Di fronte alle richieste di 16 associazioni e moltissimi cittadini, per la riattivazione del reparto di pediatria all’ospedale di Volterra, la Asl risponde con una presa di giro. Infatti la riattivazione, che in alcuni casi è una nuova attivazione, di ambulatori specialistici pediatrici, è sicuramente una notizia positiva ma fuorviante. Perché nessuno aveva chiesto questi ambulatori, i quali, pur utili, mai potranno sostituire il reparto. I cittadini di Volterra non si lamentano se devono spostarsi per una visita programmata, in un laboratorio specialistico. Però non possono permettersi di perdere un servizio di emergenza e urgenza, perché ne va della sicurezza e della salute dei minori, e quindi di tutta la comunità. Noi non abbiamo superstrade né viabilità adeguata per raggiungere velocemente, in caso di pericolo, un ospedale maggiore. E quello che la politica regionale ha permesso è un ulteriore schiaffo ai cittadini di periferia come quelli della Valdicecina. Uno schiaffo che non accettiamo e mai accetteremo, perché toglie un pezzo di futuro a tutti noi. I bambini e i minori non si toccano: la Regione ha di che vergognarsi in Alta Val di Cecina”.

Ultime Notizie

Cade un albero in via del Tiglio tra Calcinaia e Bientina, sensi unici nel tratto

A causa della caduta di un pino lungo la SS 439 nel tratto tra la rotatoria di Montecchio e l'intersezione con via Garibaldi a...

Venerdì 9, “tempo da lupi”, codice giallo su tutta la Toscana

Pioggia, temporali e vento: venerdì 9 codice giallo su tutta la Toscana Un'intensa perturbazione che interessa la Toscana porterà a precipitazioni diffuse, anche temporalesche a...

Sospetto arresto cardiocicolatorio, deceduto dopo battuta di caccia in provincia di Pisa

I soccorsi sono stati allertati per un  malore che ha colpito un uomo, questa la comunicazione del 118 Volterra, l'intervento del 118 è avvenuto sulla...

Montecerboli, i Carabinieri incontrano la cittadinanza, tema: le truffe

Continua la campagna di sensibilizzazione a favore delle fasce più esposte della popolazione, portata avanti dai Carabinieri del Comando Provinciale di Pisa Questa volta l’evento...

Premio Verdigi: domenica 11 dicembre 2022 al Teatro Rossini 

IL SINDACO DI MAIO: "IL PRIMO ANNO SENZA I GENITORI DI MARCO, CONTINUIAMO NEL SOLCO DEL LORO INSTANCABILE IMPEGNO" Tutto pronto per l'edizione del Premio...

Raccolta differenziata, il Comune di Pisa oltre la soglia del 65%, in provincia svetta Calcinaia

Raccolta differenziata, il Comune di Pisa oltre la soglia del 65%. Assessore Bedini: "Negli ultimi quattro anni trend sempre in crescita dal 61% al...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana: 2.413 nuovi casi Covid e 18 decessi, in calo pressione su ricoveri

CORONAVIRUS. 2.413 nuovi casi, età media 37 anni. Sono 18 i decessi. I ricoverati sono 826 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 55...

Incidente nella notte a Vicopisano: muore una donna di Bientina

Tragedia nella notte. La donna è morta sul posto. VICOPISANO. Domenica 4 dicembre intorno alle ore 1.30 si è verificato un incidente stradale mortale sulla...

Santa Maria a Monte piange il suo storico barista ‘Grappino’

Morto Giancarlo, per tutti 'Grappino', storico barista di Ponticelli: molti i messaggi di cordoglio. SANTA MARIA A MONTE – E’ morto Giancarlo Botti, per tutti...

Valdera, muore storico imprenditore delle cucine

Con la scomparsa di Fernando Toncelli, la Valdera perde uno dei suoi più grandi imprenditori. È venuto a mancare all'età di 99 anni Fernando Toncelli, fondatore...

Auto contro albero a Vicopisano: la vittima è una 69enne di Bientina

Un impatto violentissimo, e fatale: per la donna non c'è stato niente da fare. A dare l'allarme alcuni residenti che hanno visto l'auto contro l'albero. https://vtrend.it/incidente-nella-notte-a-vicopisano-muore-una-donna-di-69-anni-di-bientina/?fbclid=IwAR0izZnkRkl4vunkbAxKTHqSId3B_asQ6g86mAU6VLl6JAWZ7Vo34t7XCjc "Stanotte (ieri...

Partorisce sulla barella della Misericordia di Peccioli prima di entrare in maternità

Ecco quanto riportato dalla Misericordia di Peccioli in merito ad un bambino (come ci conferma la maternità del Lotti) che aveva fretta di nascere. "Questa...