24 C
Pisa
lunedì 21 Giugno 2021

Disperata dopo l’incendio, Gnegne’s ritrova la forza di ripartire

PONTEDERA. Una comunità intera si è mobilitata per sostenere la ripartenza del panificio alimentari Gne Gne’s Bakery, situato a Pardossi, danneggiato da un incendio la settimana scorsa.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Agnese Trezza, la titolare della panetteria situata all’ingresso del paese di Pardossi. Quando ha saputo dell’incendio, la giovane ci racconta di essere rimasta sotto choc: “La prima reazione: volevo proprio morire. Mi è bruciato tutto quello che ho, perché io a parte quello non ho niente. Poi ho pensato di chiudere a causa dei danni. Ma adesso non ci riesco, il mio lavoro io la faccio con il cuore. Non riesco a rimanere senza”.

Agnese ha messo anima e corpo nella sua attività aperta dall’ottobre del 2018. La giovane è abituata a rimboccarsi le maniche per ripartire. L’incendio, purtroppo, non è la prima sventura capitata alla sua panetteria. Agnese è stata vittima di un furto l’anno scorso. Anche in quell’occasione la sua attività rimase chiusa per qualche giorno, il tempo necessario per i lavori di risistemazione dei danni provocati dai ladri al negozio.

Questa volta, però, per permettere ad Agnese di tornare a lavorare il prima possibile è partita una raccolta fondi organizzata dagli affezionati clienti della panetteria, i cittadini di Pardossi, insieme a Cofesercenti. “Io ho partecipato a tante attività di beneficienza. Ma non mi aspettavo che succedesse anche per me. La prima reazione è stato il pianto, poi uno spiraglio di gioia misto a felicità. Sono rimasta commossa”, sono le parole di Agnese, grata a tutti per la solidarietà che sta ricevendo in questo difficile momento.

Per quanto riguarda la riapertura: “Io vorrei riaprire agli inizi di luglio- ci dice Agnese-, perché so che comunque per i lavori ci vuole una decina di giorni. Spero di partire il prima possibile perché stando a casa non lavoro e quindi non guadagno nemmeno”. E soprattutto ad Agnese manca “il rapporto diretto con la clientela”, quello che l’ha spinta ad aprire l’attività dopo la sua lunga esperienza lavorativa in un bar di Cascina.

Di quegli anni Agnese ha un bellissimo ricordo: “Ho imparato tutto lì”. Anche il nome della sua panetteria è legata a quell’esperienza: “Gnegne è un nomignolo che mi ha dato la bimba dei miei ex titolari del bar quando era piccola. Invece di chiamarmi Agnese mi chiamava Gnegne. Da lì hanno iniziato tutti a chiamarmi in quel modo lì e quindi anche il negozio ha preso quel nome”.

M.S.
©️ RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime Notizie

Rientro anticipato dal mare, gioca l’Italia: c’è chi chiede il maxi schermo a Ginestra

Il richiamo della Nazionale di Calcio italiana è più forte dell'ultimo scampolo di mare, tanto che si stanno già registrando incolonnamenti.In questi minuti si...

Covid a Pisa, Volterra e Valdera: domenica 26 giugno solo 6 casi

Le anticipazioni parziali sono giunte questa mattina grazie al presidente della Regione Toscana, di seguito riportiamo il dettaglio di quanto emerso nelle ultime 24...

Covid-19 in Toscana: il bollettino di oggi, domenica 20 giugno

COVID.19. 55 nuovi casi, età media 37 anni. I decessi sono 5. Questa l'estrema sintesi del bollettino sanitario diramato oggi, domenica 20 giugno, da...

Mezzi pubblici, capienza fino all’80 per cento. Al via lunedì

L'assessore ai trasporti Stefano Baccelli aggiorna sulla questione trasporti pubblici e annuncia:Da lunedì, con l’entrata della Toscana in zona bianca la capienza massima sui...

Addio al cavaliere Arzilli, storico ristoratore e ambasciatore del tartufo nel mondo

La città della Rocca piange la scomparsa di Dino Arzilli, patron e chef del ristorante Genovini.Se ne va l’uomo che ha portato i sapori...

In arrivo 15 attraversamenti pedonali luminosi

CASCINA. Fase conclusiva per altri quindici attraversamenti pedonali luminosi in varie frazioni del Comune. Uno strumento per far crescere la sicurezza stradale, in particolare...

News più lette

Dolore e sgomento a Calcinaia e Pontedera, ci ha lasciato Daniela

VALDERA. Ci ha lascato Daniela Micheletti, persona conosciutissima a Pontedera e Calcinaia, dove insieme al marito Enrico ha gestito l'Edicolé, l'edicola del paese. Daniela,...

Quali sono i comuni della Valdera che rischiano la zona rossa locale?

LA VALDERA. Come anticipato (leggi QUI), nel nuovo decreto anti-Covid le zone rosse scatteranno con il raggiungimento della soglia dei 250 casi settimanali per...

Sgomento in Valdera, oggi l’ultimo saluto ad Antonella

Se ne va all'età di 67 anni, Antonella Barberis, insegnante di educazione fisica conosciutissima in tutta la Valdera. L'ultimo saluto alle ore 11, questa...

Stroncato da un malore, muore a 45 anni dipendente della Biancoforno

PONTEDERA. Se ne è andato alla sola età di 45 anni Paolo Vedovato.  Un malore, poi il ricovero all'Ospedale Lotti di Pontedera. Alcune complicazioni e...

Valdera, muore a 43 anni di tumore

VALDERA. A soli 43 anni muore Michelle Guerrini, da circa 4 anni lottava contro un tumore. Michelle era originaria di San Marcello Pistoiese ma...

Dopo 21 giorni si è ancora contagiosi o si può tornare alla normalità?

COVID-19. È una domanda che molti si pongono: superati i canonici 21 giorni, in cui negli ultimi 7 non si sono manifestati eventi legati...