7.7 C
Pisa
mercoledì 26 Gennaio 2022

Ordine degli infermieri: “No a Infermieri stranieri senza riconoscimento del titolo”

Forte presa di posizione del Presidente dell’ordine degli infermieri di Pisa che dice no agli Infermieri stranieri senza riconoscimento del titolo.

PISA. “La carenza Infermieristica era prevista, prevedibile e annunciata e la responsabilità è di una politica a dir poco miope – si legge nel comunicato a firma del presidente dell’Ordine degli Infermieri di Pisa-. La pandemia non ne è la causa, questa ha solo anticipato il fenomeno. La soluzione del Governo, sposata dalla Regione Toscana: elargire permessi per “l’esercizio temporaneo delle professioni sanitarie in deroga alle norme in materia di riconoscimento delle qualifiche professionali sanitarie”. Vista la grave carenza, allora si accetta, anche se temporaneamente, personale extra UE purché abbiano conseguito il titolo secondo specifiche direttive dell’Unione Europea (affermazione così piena di vuoto da risultare semplicemente geniale). Prevedere che questo sarà il preludio alla classica sanatoria all’italiana non farà certo di me un veggente”, scrive il dott. Emiliano Carlotti.

“La contrattazione al ribasso della qualità degli infermieri stride con l’enorme numero di colleghi precari impiegati nelle nostre corsie, con una graduatoria concorsuale sostanzialmente ferma, con il ricorso al lavoro interinale e anche, è giusto dirlo, con un contratto di lavoro che sarà rinnovato già scaduto e che non promette niente di quanto promesso”, scrive Carlotti. “I già decantati eroi si lascino dunque bastare la gratitudine. Il problema è solo ed esclusivamente quantitativo, con buona pace della qualità. Questo personale sarà impiegato nelle RSA, dove l’obiettivo è reperire personale a basso costo, poco importa che sia qualificato, tanto dovrà solo “badare” e dare la terapia ai nostri anziani. Per l’assistere e prendersi cura ci sarà tempo: la qualità va in deroga.” Prosegue il presidente: “Adesso la Regione Toscana chiede agli Ordini Provinciali di sottoscrivere una convenzione per agevolare l’esercizio della professione ai colleghi extra UE. Ebbene quest’Ordine si assume la responsabilità politica di non sottoscriverla: non la sottoscriviamo sino a quando ci saranno colleghi precari e interinali nelle nostre corsie; non la sottoscriviamo sino a quando non sarà esaurita la graduatoria concorsuale; non la sottoscriviamo sino a quando non avremo un contratto che valorizzi sia economicamente che per quanto riguarda le possibilità di carriera, la nostra professione; non la sottoscriviamo sino a quando dovremmo sottostare all’anacronistico, antistorico, iniquo e sperequativo vincolo di esclusività; ma soprattutto non la sottoscriviamo e non la sottoscriveremo perché convinti che la tutela della salute dei cittadini non possa essere derogata. In effetti, è questo il principale mandato che abbiamo.” conclude Emiliano Carlotti, presidente dell’Ordine degli Infermieri di Pisa.

Ultime Notizie

Pontedera, mi hai aiutato dopo l’incidente, vorrei tanto ringraziarti, ma non so come rintracciarti

Pontedera. Un atto di gentilezza in un momento di difficoltà, è quanto è accaduto ad un signore che dopo un incidente stradale è stato...

Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana: ‘un disguido’, le scuse dopo la trasmissione su Rete 4

Il caso riportato ieri sera nel corso della trasmissione televisiva “Fuori dal coro” (Rete 4) è ascrivibile a un disguido di comunicazione e a...

Visita alla tomba di Cesare Bertelli, pontederese partecipe della battaglia di Nikolajewka

Si svolgerà sabato 29 Gennaio la commemorazione dei caduti della battaglia di Nikolajewka La cerimonia è organizzata dal Comune di Pontedera e dall'Associazione Alpini in...

Senza Green Pass sul bus, l’autista avverte la Polizia, sanzionato un 56enne

Erano le 8:20 quando una pattuglia della Squadra Volanti è intervenuta in via Gramsci a Pisa Il motivo è da ricercarsi nella  segnalazione da...

Qualità aria a Pontedera, presentata mozione per conoscere la sua salute

Dopo le notizie giunte da Santa Croce Sull'Arno, dove per 5 volte è stata superata nei giorni scorsi il valore limite dell'aria del PM...

Vecchiano: quando a parlare della Memoria è la comunità

Quando a parlare della Memoria è la comunità: in arrivo le iniziative in occasione della ricorrenza del 27 gennaio a Vecchiano, di seguito il...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Muore improvvisamente bidello dell’Itis di Pontedera

Lutto nel mondo della scuola: muore collaboratore molto conosciuto dell'Itis Marconi di Pontedera. PONTEDERA. Si è spento improvvisamente nelle scorse ore Stefano Grazzini, 56 anni,...

Uccisa da un malore improvviso in casa

Il dramma a Pisa, danna stroncata da un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. La vittima è Lucia Franchini, 68 anni, volto noto...

Tragedia a Pisa: militare di 47 anni trovato morto

Trovato morto un militare di 47 anni nella struttura del Cisam di San Piero a Grado. Ipotesi suicidio. Tragedia al Centro Interforze Studi e Applicazioni...

Atti sessuali con 13enne: istruttore della Valdera arrestato

Pesante accusa nei confronti dell'uomo, un istruttore di 70 anni di un centro ippico della Valdera, che adesso si trova in carcere. Da settembre scorso...

Deceduta giovane barista di Ponsacco

Aveva solo 47 anni, volto conosciuto e sorridente, sempre disponibile al buon umore e professionalmente ineccepibile,  per questo Elisa era molto apprezzata dalla clientela. Ancora...

Ucciso da un malore mentre è al lavoro

Un impiegato di 50 anni è morto improvvisamente mentre si trovava al lavoro. La tragedia è successa ieri mattina a Castelfranco di Sotto, nello studio...