PASQUA: 400 MILA TOSCANI IN VACANZA NONOSTANTE ATTENTATI

PASQUA: 400 MILA TOSCANI IN VACANZA NONOSTANTR ATTENTATI,Pasqua

77% NON HA CAMBIATO PROGRAMMA

Un sondaggio online rivela che i toscani non hanno paura degli attentati: solo 23% modificherà programma del ponte pasquale.

Nonostante la paura attentati sono 400 mila i toscani che non si lasciano condizionare ed hanno scelto di trascorrere almeno un giorno di vacanza in Italia e all’estero nella Pasqua 2016, in calo del 20% rispetto all’anno precedente. E’ quanto stima Coldiretti Toscana nel sottolineare che quasi l’85% dei vacanzieri rimarrà in Italia preferendo la classica gita fuori porta ed il pranzo in agriturismo. Secondo un sondaggio online lanciato negli scorsi giorni 7 toscani su 10 (77%) non saranno influenzati dagli ultimi tragici fatti di Bruxelles nella scelta della vacanza pasquale. Solo il 23% invece ha deciso di cambiare programma (info su www.toscana.coldiretti.it). A fare il pieno (+15% presenze), nel ponte pasquale, saranno gli oltre 4mila agriturismi toscani che propongono ristorazione e che tradizionalmente sono tra le mete più ambite per trascorrere uno o più giorni a contatto con il buon cibo, la natura ed il divertimento. 7 agriturismi su 10 nella regione toscana affiancano infatti al pernottamento, attività ricreative, ludico, didattico, culturali e sportive tra le più diverse ed originali. Le attività più comuni sono quelle sportive che si possono praticare in 1.780 strutture, seguite da mountain-bike (1.418), osservazioni naturalistiche (698) ed escursionismo (607) di vario genere e tipologia incentivare da centinaia di chilometri di percorsi panoramici ed i corsi ludico-didattici (349) per imparare, per esempio, a fare le conserve “fatte in casa”, la pasta, gestire un piccolo orto fino alla pittura, alla ceramica reiki e al merletto. Molto diffusa anche l’equitazione con qualche curiosità come nel caso della cavalcata in sella agli asinelli destinata ai bambini (245). “Molte aziende agricole – spiega Andrea Landini, Presidente Terranostra Toscana, l’associazione che raduna gli agriturismi – si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi, ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali di Campagna Amica”.

La durata media della vacanza si aggira tra i 3 ed i 4 giorni con l’obiettivo principale di concedersi un momento di relax e – precisa Coldiretti – un diffuso interesse agli aspetti enogastronomici della vacanza. La spesa per acquisti di souvenir alimentari, pranzi e cene rappresenta infatti circa 1/3 del budget generale della vacanza che supera i 350 euro a persona. La maggioranza dei viaggiatori – continua Coldiretti – alloggerà peraltro in case di parenti o amici o nella casa di proprietà. Per la Pasqua 2016 sono infatti molti gli spostamenti per il tradizionale ritorno nei luoghi di origine per rinsaldare i legami familiari. Torna inoltre prepotentemente – continua Coldiretti – anche il viaggio a breve raggio da realizzare in giornata per fare una scampagnata, visitare una città d’arte come Firenze, Pisa, Siena, Arezzo, mete religiose o andare a trovare parenti e amici, magari facendo ricorso al pranzo al sacco preparato accuratamente a casa.

Per informazioni www.toscana.coldiretti.it, pagina ufficiale Facebook e @coldirettitosca
Andrea Berti

Category: Turismo
Tags:
Menu