Interventi della Regione Toscana per il ripristino delle scogliere a Marina di Pisa

 

Interventi della Regione Toscana per il ripristino delle scogliere a Marina di Pisa, dopo i danni delle mareggiate del 28 ottobre scorso

Conclusa la Conferenza dei servizi, lavori in partenza nel mese di maggio, ma sospesi nei mesi estivi di Luglio e Agosto

 

Pisa, 11 aprile 2019.  Si è conclusa in questi giorni la Conferenza di Servizi, indetta dalla Regione Toscana – Settore Genio Civile Valdarno Inferiore e Costa, per l’approvazione del progetto delle opere di manutenzione straordinaria di alcune scogliere poste a difesa del litorale di Marina di Pisa, che sono state danneggiate dalle mareggiate dello scorso 28 ottobre.

L’intervento fa parte del “Piano litorale Toscana” redatto dalla Regione per ripristinare i 34 chilometri di costa fortemente danneggiati dalle mareggiate che colpirono spiagge e scogliere di gran parte della regione, da Massa a Capalbio. Un evento straordinario, che fu caratterizzato da fortissimo vento e mareggiate sulla costa, con altezze d’onda mai registrate, che hanno sfiorato i 6 metri.

Gli interventi previsti a Marina, dove sono state danneggiate alcune scogliere frangiflutti, in particolare quelle davanti via Tullio Crosio e Piazza Viviani e quelle antistanti la via Litoranea sud, all’altezza di Piazza Sardegna, prevedono essenzialmente il ripristino delle strutture, con il riposizionamento delle pietre danneggiate o portate via dalle onde.

I lavori saranno eseguiti a cura e spese della Regione Toscana, con un investimento di circa 450 mila euro, ed avverranno esclusivamente via mare, mediante l’utilizzo di un pontone galleggiante e di mezzi marittimi. Trattandosi di interventi via mare, che richiedono quindi la stagione favorevole, il cantiere verrà allestito nei mesi primaverili, con sospensione durante i mesi di alta stagione turistica, in modo da evitare possibili ripercussioni negative sulla stagione balneare. Il cronoprogramma degli interventi prevede infatti l’allestimento del cantiere nel mese di maggio, con la prosecuzione dei lavori fino alla terza settimana di giugno, per poi sospendere l’attività nei mesi di luglio e agosto, e riprenderla a settembre, con conclusione prevista nel mese di ottobre.

La tipologia di intervento via mare non comporterà comunque disagi alle attività turistiche e balneari di Marina. Durante lo svolgimento dei lavori non sono previsti fenomeni di modifica della qualità delle acque, ma solo una lieve torbidità temporale, localizzata in prossimità dell’area interessata dagli interventi. Nei tratti di costa limitrofi al cantiere, potrà essere pertanto mantenuta la libera fruizione del litorale.

Menu