In Valdera oltre al bonus baby, una lista degli educatori

PONTEDERA. Alla presidente dell'Unione Valdera, Arianna Cecchini sta molto a cuore il tema dei bambini e della loro custodia in un particolare momento storico come quello che causa il "virus stiamo vivendo".

Gli asili nido e le primarie chiuse mettono in affanno molte famiglie i cui genitori rientrando al lavoro non trovano difficoltà a lasciare in sicurezza i propri figli. Nascono idee e proposte da parte dell'Unione Valdera che nette in tanto a disposizione l'albo zonale degli educatori:

"Una misura - si riporta nel comunicato dell'Unione -  molto apprezzata e altrettanto utilizzata, quella relativa al bonus baby sitting messa in campo dal Governo per permettere a genitori e famiglie anche in questo periodo emergenziale di andare a lavoro e lasciare i figli in mano sicure. Al 30 Aprile erano circa 94mila le domande inoltrate all’INPS con 39210 famiglie che hanno beneficiato del bonus. Bonus che, a quanto pare sarà incrementato, ma che certamente sarà molto più richiesto, considerato che nella cosiddetta “fase 2” che ha preso avvio Lunedì 4 Maggio, tanti genitori sono tornati al loro posto di lavoro abituale".


"Ecco allora - continua la nota stampa - che cresce ancor più l’esigenza di ricorrere a questo incentivo e, di pari passo, la necessità di affidare i bambini a mani esperte e sicure. Da questo punto di vista una mano è intenzionata a darla l’Unione Valdera che ha deciso di mettere a disposizione l’albo zonale degli educatori per tutti quei nuclei familiari che hanno urgenza di cercare persone qualificate e professionali per accudire i propri figli".

“Questa soluzione – spiega la Presidente dell’Unione, Arianna Cecchini – ci è sembrata ideale per aiutare le famiglie che in questo periodo emergenziale non hanno il supporto delle scuole e, per le note vicende legate all’emergenza epidemiologica, non possono contare sull’aiuto dei nonni. L’incentivo economico senza dubbio offre un po’ di respiro alle famiglie che però non sempre sanno dove trovare  persone valide a cui affidare i bambini. L’Unione vuole offrire, attraverso il CRED Valdera un appoggio concreto ai propri cittadini”.
Per avere maggiori informazioni e richiedere i nominativi l’invito è quello di scrivere a questo indirizzo mail This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It