Commercio, contributi agli affitti: ''Ogni giorno di ritardo può essere fatale''

PISA. Il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord Simone Romoli interviene sui contributi agli affitti per le imprese commerciali pisane inserite nel progetto “Riapri Pisa”.

“Dopo quasi un anno - spiega Simone Romoli - sembra sbloccarsi la vicenda dei contributi comunali agli affitti per le imprese commerciali. Una vicenda che abbiamo seguito in prima persona dialogando con l’amministrazione comunale, con gli uffici ed anche con la politica, affinchè si superassero i lacci della burocrazia. Speriamo sia la volta buona. Quando ad aprile 2020 il sindaco Conti annunciò il contributo straordinario di 700.000 a sostegno all’affitto per immobili commerciali e di giovani professionisti – spiega ancora Romoli – esprimemmo immediata soddisfazione visto che si accoglieva una richiesta pressante da parte della nostra associazione rivolta specificamente ai costi degli affitti per le imprese, che purtroppo non calavano nonostante il lockdown. Il bando pubblicato con scadenza settembre ha avuto una proroga a novembre, termine dopo il quale è stata pubblicata la graduatoria. Da quel momento, però, nessuna cifra è arrivata sul conto corrente degli imprenditori”.
“Ci auguriamo - conclude il responsabile area pisana di Confesercenti Toscana Nord - che anche gli ultimi intoppi siano superati e si provveda all'erogazione immediata, come da impegni assunti personalmente con noi dal sindaco Conti, e che soprattutto gli uffici facilitino il passaggio conclusivo. Non dobbiamo infatti dimenticare che la pandemia non molla la sua presa e che le imprese sono ancora alle prese con una drammatica situazione economica. Ogni giorno di ritardo nel ricevere il contributo può essere fatale per le imprese”.


Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It