Banner CignoNero Top 04

"Bambini rom sono come animaletti", polemiche per la frase di Taccini (Lega)

SAN GIULIANO TERNE. Durante il consiglio comunale di San Giuliano Terme Cristina Taccini ha detto: "I bambini rom sono un po' come animaletti che alzano la gamba e fanno la pipì sotto un albero, strisciano per terra e si tirano la roba da mangiare".

Le parole di Cristina Taccini (Lega), vicepresidente del consiglio comunale di San Giuliano Terme (Pisa), hanno sollevato le critiche di Pd e Iv, con consigliera regionale del Partito democratico Alessandra Nardini sono "parole inaccettabili e razziste" e dell'eurodeputato toscano di Italia Viva, Nicola Danti: "L'unica parola da dire quando il furore razzista colpisce in maniera così schifosa i bambini è una sola e non è 'scuse', ma dimissioni".

Dopo sono arrivate le scuse da parte della Consigliera comunale Taccini: "Desidero scusarmi per l'infelice frase pronunciata poiché su un tema così delicato avrei voluto e dovuto esprimermi meglio. Non intendevo assolutamente dire, poiché è lontanissimo dai miei pensieri, che i bambini rom sono animaletti e mi spiace che dalle mie parole sia uscito questo messaggio".

"Quel che intendevo dire - spiega Taccini - è che i bambini di etnia rom che vivono a Ghezzano (frazione di San Giuliano) vengono fatti vivere nella sporcizia e costretti ad usare un giardinetto pubblico come latrina sotto gli occhi di tutti. Da qui l'accostamento sbagliato. Ho auspicato che gli assistenti sociali si dedichino con immediata attenzione a restituire a questi bimbi la dignità che meritano. Perché questi bambini sono le prime vittime di condotte di vita scellerate e non rispettose delle regole".
CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Kalos Dentro Articolo 01

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It