7.3 C
Pisa
domenica 23 Gennaio 2022

Don Zappolini, superamento dei decreti sicurezza: un Natale di dignità per il nostro paese

PONSACCO. ”Il Senato ha modificato i decreti sicurezza del precedente governo, eliminando le dure misure restrittive e reinserendo la “protezione umanitaria” per i richiedenti asilo. Un gesto di civiltà che libera il nostro paese dalla vergogna di questi anni.” – si apre così il discorso di Don Armando Zappolini, parroco di Ponsacco. 

“Questo Natale, già segnato dalla grave situazione sanitaria e sociale legata al Covid, si alleggerisce almeno di una grave ingiustizia, dove visioni ideologiche e strumentali hanno provocato sofferenze e profonde ingiustizie in tante persone innocenti. Tanti bambini e tanti genitori vivono da anni quella triste esperienza di rifiuto provata da Giuseppe e Maria mentre cercavano un posto dove far nascere il loro bambino: porte chiuse, ricerca di una soluzione di fortuna in una stalla, necessità di fuggire come profughi dopo la nascita. Ha detto giustamente il vescovo don Tonino Bello che “non è stata certo la notte più bella della loro vita quella vissuta a Betlemme da Giuseppe e Maria”. E la storia di quella notte continua nelle porte e nei porti chiusi, nella indifferenza e nel razzismo, in leggi (come quelle superate da pochi giorni) che volevano dare a tutto questo una copertura legale. È il momento di guardare avanti e di cambiare! Ci sono ancora due obbiettivi da raggiungere: il diritto di cittadinanza per i bambini stranieri ed il superamento della legge Bossi/Fini. Se Gesù nascesse davvero oggi in Italia non sarebbe cittadino italiano! Una proposta di legge accompagnata da più di centomila firme è nascosta alla Camera dei Deputati nella inerzia colpevole di tutti i partiti che a parole hanno a suo tempo sostenuto l’iniziativa. Centinaia di bambini nati in Italia, che parlano i nostri dialetti e giocano con i nostri bambini, non sono cittadini come tutti gli altri. A Ponsacco sono 406 i bambini ed i ragazzi da zero a 18 anni che non hanno la cittadinanza italiana, frequentano le nostre scuole, giocano e studiano come tutti gli altri, non si distinguono spesso dagli altri, ma non hanno gli stessi diritti, non sono cittadini! La legge Bossi/Fini ha segnato il modo con il quale in Italia si affronta da anni il problema della immigrazione, ostacolando di fatto l’ingresso regolare e favorendo così quella irregolare e clandestina. Si volevano situazioni marginali e socialmente complesse per fomentare odio e razzismo, anche contro gli interessi degli apparati produttivi del paese che cercavano canali regolari di assunzione di personale. Viviamo un Natale meno ipocrita e meno distratto rispetto alle grandi ingiustizie nelle quali continua la vicenda del piccolo Gesù e dei suoi genitori. Rendiamo più vere le luci e la festa coinvolgendo chi vive la notte della esclusione e la tristezza della solitudine. Non sarà un Natale più bello solo per chi aiuteremo, ma soprattutto per noi.” 

Don Armando

Qui di seguito il manifesto da cui è stato riportato il testo:

 

 

E]

Ultime Notizie

Covid Toscana, 10.904 nuovi casi: giù ricoveri, 26 decessi (+7 a Pisa)

CORONAVIRUS. 10.904 nuovi casi, età media 36 anni. Ci sono 26 decessi. I ricoverati sono 1.454 (21 in meno rispetto a ieri), di cui...

Notte di fuoco a Pisa: volano multe e una patente ritirata

Notte movimentata a Pisa: avanti con i controlli per assicurare il rispetto delle disposizioni anti-Covid e contrastare tutte le condotte deteriori connesse alla movida. Nella serata...

1.227 nuovi casi Covid in provincia di Pisa, di cui 400 in Valdera

Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus delle ultime 24 ore in Toscana, con particolare riferimento alla Valdera. I nuovi casi registrati in Toscana sono 10.904 su...

Minacce e rapina alla fermata del bus, guai per minori

PISA. Un minorenne è stato rapinato da due coetanei mentre stava aspettando l'autobus alla fermata. Intorno alle 14 di ieri, una pattuglia della Squadra...

‘Esche-killer’ al Parco dei Salici, l’allarme corre sui social

La segnalazione arriva dal gruppo Facebook 'sei di Pontedera se'. Sono state trovate delle polpette avvelenate in zona Parco dei Salici a Pontedera, pericolose sia per...

Ponsacco ‘super veloce’: via al potenziamento della fibra

PONSACCO. Iniziano i lavori per la banda ultra larga, lo fa sapere la sindaca Francesca Brogi. A partire dalla prossima settimana, Fibercop (società partecipata...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Muore improvvisamente bidello dell’Itis di Pontedera

Lutto nel mondo della scuola: muore collaboratore molto conosciuto dell'Itis Marconi di Pontedera. PONTEDERA. Si è spento improvvisamente nelle scorse ore Stefano Grazzini, 56 anni,...

Uccisa da un malore improvviso in casa

Il dramma a Pisa, danna stroncata da un malore improvviso che non le ha lasciato scampo. La vittima è Lucia Franchini, 68 anni, volto noto...

Branco di ragazzi trasformano Pontedera in un ring

PONTEDERA. Rissa in via Rossini: sono volati calci e pugni tra una ventina di ragazzi, anche minorenni. Sono stati postati in rete dei video...

Con l’auto contro il muro, muore a 22 anni: lo strazio della comunità

Le parole del sindaco di Lajatico Alessio Barbafieri: "In questo difficile e triste momento, giungano alla famiglia le mie condoglianze personali e quelle del...

Perde la vita un giovane di 21 anni dopo un fuoristrada

Il primo incidente  stradale si è verificato in tarda mattinata dove purtroppo si è registrato un decesso, nell'altro avvenuto a Navacchio  sono rimasti feriti...

Atti sessuali con 13enne: istruttore della Valdera arrestato

Pesante accusa nei confronti dell'uomo, un istruttore di 70 anni di un centro ippico della Valdera, che adesso si trova in carcere. Da settembre scorso...