5.2 C
Pisa
martedì 18 Gennaio 2022

Corpo Guardie di Città devolve il budget dei regali di Natale per sostenere i più bisognosi

Quasi due milioni di famiglie italiane a ridosso del baratro, in bilico lungo il sottile filo che separa, secondo gli istituti di statistica, chi si può permettere una vita almeno dignitosa e chi invece no.

A dirlo è l’Istat, secondo la quale il 2020 potrebbe trasformarsi in un anno drammatico per 1,9 milioni di cittadini, che rischiano di raggiungere i 3 milioni di nuclei che già si trovano in una situazione di povertà. Numeri che cercano di fotografare una crisi senza precedenti, drammatica ma di fronte alla quale il Corpo Guardie di Città, nonostante le difficoltà di fare impresa dovute dal calo del fatturato, dalla diminuzione dei clienti e dai mancati pagamenti, ha reagito ed ha messo in campo maggiori risorse, rispetto allo scorso anno, per iniziative filantropiche a sostegno dell’ associazionismo e del volontariato culturale , sociale e sportivo locale ed internazionale confermando l’attenzione dell’azienda ad un mondo ricco di idee, energie e passioni.

La Famiglia Bizzarri Ollandini, proprietaria del Corpo Guardie di Città, consapevole che la sostenibilità sociale non potrà più affidarsi al solo intervento dello Stato ma dovrà contare sui buoni investimenti di una finanza capace di trasferire risparmi all’impatto sociale, con imprese che operano come una comunità, ha destinato il budget aziendale per i regali di Natale per comporre dei pacchi natalizi da destinare ai nuclei familiari che vivono in condizioni di particolare povertà, individuati da alcune parrocchie, per far avere prodotti alimentari di prima necessità da mettere sotto l’albero di Natale di chi si trova in difficoltà economica e per due progetti di solidarietà internazionale.

Di fronte ad una crisi senza precedenti, con tante famiglie costrette a chiedere aiuto anche per il cibo da mangiare, abbiamo voluto fare un gesto concreto – dice l’Avvocato Francesco Bizzarri – A preoccupare è soprattutto la fascia di anziani soli in condizioni di povertà assoluta ma fra i nuovi poveri del Natale al tempo del Covid ci sono anche coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie che sono state fermate dalle limitazioni rese necessarie dalla diffusione dei contagi. Persone e famiglie che mai prima d’ora – precisa Bizzarri – avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche”.

 

Il “Natale Solidale” del Corpo Guardie di Città prevede anche donazioni a due progetti portati avanti da GMA ONLUS e La Città dei bambini di Padre Ernesto Saksida ONLUS che sostengono bambini, adolescenti e famiglie fragili dell’Etiopia e del Brasile, zone ancora più colpite dagli effetti e dalle conseguenze sociali, educative, familiari ed economiche della pandemia.

In occasione del 14° Premio Corpo Guardie di Città, corsa al galoppo che si sarebbe dovuta correre il 26 Marzo scorso ma che sarà disputata domani, domenica 27 dicembre 2020 alle 14:30 all’Ippodromo di San Rossore a Pisa, visto che non sarà possibile organizzare il consueto evento benefico legato alla corsa ippica con il torneo benefico di Burraco e con la lotteria di beneficenza, in occasione della premiazione del fantino e del proprietario del cavallo vincitore saranno virtualmente consegnati due assegni (€ 2.000,00) alle associazioni: GMA Onlus Missione Africa per completare, con una biblioteca, la terza scuola in Etiopia, nel villaggio di Mayo Koyo, dando così la possibilità di avviare i giovani studenti all’alfabetizzazione che è fondamentale per accedere alla scuola primaria ma soprattutto per tenerli occupati in un luogo sicuro lontano dai pericoli e dallo sfruttamento e la ONLUS La Città dei Bambini di Padre Ernesto Saksida per il progetto “Mani che aiutano”, contribuendo all’iniziativa organizzata dalla Missione Cidade Dom Bosco di Corumbà (Brasile), partita a luglio scorso, che porta mensilmente soccorso a 100 famiglie, scelte tra le più bisognose, garantendo loro il cibo necessario alla sussistenza.

 

 

Ultime Notizie

Valdera, muore positivo al Covid

Lutto in Valdera. Addio a un pensionato di Bientina positivo al Covid. Tre decessi in provincia di Pisa sono stati segnalati nel bollettino Covid di...

Casi Covid, chiusa la Carducci di Santo Pietro Belvedere

Sospesa l'attività didattica in presenza alla scuola primaria di Santo Pietro Belvedere. Con ordinanza della Sindaca emanata in data odierna è stata prevista la...

Inaugurata a Caprona “La Nuova Pieve”: bar, ristorante e pizzeria

Un nuovo inizio per il locale gestito da Sokol Dylgjeri e Margherita Possenti. VICOPISANO. Caprona saluta il 2022 ritrovando uno dei suoi locali più apprezzati,...

Scuole chiuse a Montopoli, necessari lavori sulla rete idrica

Acque Spa ha comunicato che mercoledì 19 gennaio, dalle ore 8.30 alle 17.30, si renderà necessario sospendere l’erogazione idrica in tutto il capoluogo di...

Calcinaia, giovedì verrà interrotta l’energia elettrica per circa tre ore

Enel comunica ai suoi utenti che Giovedì 20 Gennaio, dalle ore 13.15 alle ore 16.30, verrà interrotta la distribuzione di energia elettrica a Calcinaia...

Covid: il numero dei ricoverati a Pisa e Pontedera

Ecco la situazione dei ricoveri a Pisa e Pontedera in base ai dati forniti dalla Regione. Ospedale Lotti di Pontedera: Il 15 gennaio erano...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Valdera, donna stroncata da un malore improvviso in casa

Lutto per la scomparsa di Carmelina Garbino, stroncata da un malore improvviso a soli 59 anni. È scomparsa a 59 anni Carmelina Garbino, dipendente dell’Asl...

Malata da tempo prende il Covid e muore

La donna aveva 56 anni ed era residente nel comune di Calcinaia. Lascia il marito e un figlio Si è spenta Antonella Casigliani, 56 anni,...

Covid, muore 56enne della Valdera

Addio a un cinquantaseienne di Buti deceduto con positività al Covid. Quattro decessi in provincia di Pisa sono stati segnalati nel bollettino Covid di ieri...

Muore positivo al Covid in ospedale

Addio a un pensionato della Valdera positivo al Covid. PONTEDERA. È morto Mario Mellini, 80 anni, pensionato, ex informatore medico scientifico. L’uomo era nato a...

Branco di ragazzi trasformano Pontedera in un ring

PONTEDERA. Rissa in via Rossini: sono volati calci e pugni tra una ventina di ragazzi, anche minorenni. Sono stati postati in rete dei video...

Auto si ribalta nel tratto tra Santa Maria a Monte e Bientina

Bientina. Incidente poco dopo le 18,30 di oggi sabato 15 gennaio nel tratto che da Santa Maria a Monte conduce a Bientina. Una Ford...