24.8 C
Pisa
lunedì 3 Ottobre 2022

Con “Scalabrino” se ne va un pezzo di storia di Pomarance

La disgrazia ha colpito l’intera comunità di Pomarance: il ricordo dell’ex sindaco Graziano Pacini.

Angiolino Rossi, detto Scalabrino91 anni, residente a Pomarance, è stato investito stamattina da un furgone (pare che il camion fosse impegnato nella raccolta dei rifiuti) che stava effettuando una retromarcia, non lontano dalla sua abitazione (CLICCA QUI).

Dopo l’incidente sono arrivati sul posto l’ambulanza ordinaria della Misericordia di Pomarance, la medicalizzata di Castelnuovo Val di Cecina e l’elisoccorso regionale Pegaso, ma i sanitari arrivati sul posto non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’anziano.

Lascia la moglie e due figli.

Tanti messaggi di cordoglio arrivano sul gruppo Facebook sei di pomarance se… di minuto in minuto per ricordare l’uomo, conosciuto nel comune con il soprannome “Scalabrino“:

Purtroppo la vita ci riserva anche queste brutte cose. Abbiamo perso un personaggio unico“, “Era davvero una bellissima persona, sempre sorridente e pronto allo scherzo“.

Il ricordo di Graziano Pacini, sindaco di Pomarance dal 1995 al 2004 e presidente della banda:

CIAO SCALABRINO, 91enne RAGAZZINO!!! CI HAI VOLUTO STUPIRE, TE, PIÙ UNICO DI TUTTI, PRINCIPE DEGLI UNICI, FINO ALL’ULTIMO RESPIRO!

Hai goduto la tua Banda, con noi che abbiamo goduto della tua compagnia e del tuo simpatico ‘maledetto incontenibile estro’, fino da ultimo! Imprevedibile perfino a te stesso, come noi sempre curioso, anche te, di vedere cosa combinavi, chi avresti mandato affanculo di lì a poco; a me mi (lo so che non si dice in italiano, ma con te tutto è ammesso), a me mi, dicevo, mi c’hai mandato tante volte, specie quando ti dicevo che c’avevi da venì a sonà (come domenica scorsa a Monteceboli ai ‘Quadri viventi’), fingendo invano di fà ‘l sacrificato ma si capiva lontano un miglio che un ti pareva vero! Ora aspettavi il Palio, che ti toccava!

Scalabrino, nomignolo affibbiato da piccino, già discolo e mariuolo come poi ti sei mantenuto, intatto e originale… Anche domenica, a quella signora che restò impassibile alle tue battute sopra le righe, dicesti ‘Signora, perché non ride?’, si perché te volevi portare allegria, canzonare la vita, reagire alla tristezza con sregolata e imprevedibile ilarità! E non sopportavi, giustamente, i ‘musi lunghi’ e i ‘tristi di viso’…

Quando passa Scalabrino, dove passa passa, qualcuno si becca qualcosa, di solito molto azzeccato, o davanti al comune, o per la strada, o ai ragazzi delle medie affacciati alla finestra con la maestra (ma questo non si può ripetere, chi lo sa capisce…), o quando passa suonando i piatti sul muso a qualche schizzinoso, a qualche bimbetto in culla per fargli conoscere i piatti in anticipo (prima lezione di musica, sonoramente assestata), sempre con brio ed entusiasmo da ragazzino, non a caso la sua brillante compagnia è particolarmente gradita ai giovanissimi!

Immancabili i suoi canti improvvisati, con stornelli e gorgheggi ben intonati, ovunque si trovi, ma se si parla di lavoro, di Enel e geotermia, delle sonde, e anche di politica riesce a farsi serio, medita pensoso, si vedeva che un po’ soffriva per certe degenerazioni di valori  avvenute negli ultimi decenni, gli usciva il ‘saggio’ dal cuore e si condivideva un po’ di sconforto, subito rimosso però con un ‘se lo vadano a piglià nerculo tutti quanti sono!’.

Scalabrino, simpatico appellativo già ereditato da figlio e nipote, è tutt’altro che un vezzeggiativo, infatti pare che sia derivato da personaggi di alta cultura e letteratura, di cui si cibavano anche i nostri antenati, che credete!, anche nel ’31 (anno di nascita del nostro): per qualcuno sarebbe un personaggio di Giovanni Verga, di sicuro lo ritroviamo nel libro “Il ponte dei sospiri” (così chiamato da Lord Byron per descrivere il carcere dove venivano rinchiusi i condannati a morte a Venezia), da cui un bellissimo film del 1921 dove il personaggio Scalabrino, bandito pentito carcerato con il figlio del Doge colpito da congiura contro il padre, gli salva la vita e lo aiuta a fuggire dal carcere ‘I piombi’, attraverso appunto il ponte dei sospiri dove oggi per portafortuna si baciano gli innamorati (facile indovinare cosa gli direbbe il nostro eroe se passasse di lì in quei momenti…).

Ciao CARISSIMO ANGIOLINO ROSSI SCALABRINO, facciamo un ultimo patto! 

Noi, con la Banda, ti si accompagna con musiche allegre nelle verdi praterie di Manitou, te, poi, ci accompagni per sempre col ricordo indelebile della tua simpatia e l’incontenibile entusiasmo di vivere che ci lasci come insegnamento? Affare fatto!

(Mi sono accorto che ho scritto un po’ al passato e un po’ al presente; sarebbe da matita blu ma non mi importa, lo lascio così perché risponde meglio al sentimento che provo, cioè non c’è più ma c’è e ci sarà sempre, quindi presente, con l’affetto e il rispetto che merita!)“.

Fonte: Graziano Pacini

Ultime Notizie

Palaia-Pierrevert, vent’anni di gemellaggio e straordinaria amicizia

2002-2022: Palaia e Pierrevert festeggiano i vent'anni di gemellaggio e altrettanti di amicizia tra i loro cittadini. Una cerimonia pubblica per celebrare la ricorrenza. PALAIA...

Caso di Dengue in un comune del pisano: via a disinfestazione e prevenzione

Un caso di dengue e il sindaco firma l’ordinanza per la disinfestazione contro le zanzare, veicolo del virus: le operazioni interesseranno la nottata di...

Maria Sole Ferrieri Caputi, arbitraggio impeccabile all’esordio in Serie A

La toscana Ferrieri Caputi, prima donna arbitro in Serie A, ha esordito brillantemente nella sfida tra Sassuolo e Salernitana al Mapei Stadium: tempismo, sicurezza...

Fondi dalla Regione per strade regionali e FiPiLi: garantire maggiore sicurezza e percorribilità

In arrivo dalla Regione Toscana 5,5 milioni di euro per la manutenzione delle strade: 3 milioni per le strade regionali e 2,5 per interventi...

Scritte anarchiche sui muri di Pisa: Meloni e politici nel mirino

Slogan anarchici nel centro città contro Giorgia Meloni e altri politici italiani: imbrattati anche palazzi di pregio, lo sfogo dell’assessore Bedini. PISA – Scritte contro...

Il Covid frena in provincia di Pisa – i numeri comune per comune

Nuovo aggiornamento sul fronte Coronavirus delle ultime 24 ore in Toscana, con particolare riferimento alla provincia di Pisa. I nuovi casi positivi sono 524 su...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Lupo avvistato in paese, si aggira fra le case

Negli ultimi tempi sono state molte le segnalazioni di lupi sul territorio dei Monti Pisani: l'ultima a San Giovanni alla Vena sulla Vicarese. Non lontano...

Toscana, 1.200 nuovi positivi al Covid e 11 decessi (+2 a Pisa), +34 ricoverati e +8 in TI

CORONAVIRUS. 1.200 nuovi positivi, età media 45 anni. 11 decessi. I ricoverati sono 685 (34 in più rispetto a ieri), di cui 29 in terapia...

Incendio nella notte in un’azienda, in fiamme automezzi e tettoia

In fiamme alcuni automezzi dell'azienda Slesa di Ponsacco. L'intervento dei Vigili del fuoco nella notte in viale Europa . PONSACCO. Un incendio è divampato nell'azienda...

Nasce a Bientina la Pro Loco e rilancia il paese

"L'obiettivo? Valorizzare Bientina e il suo territorio, la sua storia, la sua cultura, le sue tradizioni e tutte le sue tipicità".  Ieri sera 26 settembre, presso la...

Elezioni 2022: i risultati in Valdera comune per comune

Gli elettori hanno scelto: in Valdera netta vittoria del Centrodestra e in particolar modo di Fratelli d'Italia. I risultati comune per comune. SENATO. • Bientina. Cdx:...

Pontedera, ubriaco tenta di prendere a botte i collaboratori scolastici

Aggredisce due collaboratori scolastici: arrestato dai Carabinieri. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Pontedera (PI) hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 23enne, accusandolo di resistenza,...