9.7 C
Pisa
giovedì 1 Dicembre 2022

Cinquant’anni fa nasceva la Caritas di Pisa

La Caritas diocesana compie 50 anni. Don Morelli: “Rimettiamola al centro”.

Ripartiamo dalla Caritas diocesana come esperienza di sinodalità e comunione, luogo strategico di sussidiarietà ed esperienza di corresponsabilità”. Si è chiuso con le parole del direttore don Emanuele Morelli (“Sono aperture, non certo conclusioni” ha specificato) il convegno “Camminare insieme sulla via degli ultimi” di sabato alle Officine Garibaldi, la seconda tappa degli eventi dedicati alla celebrazione dei 50 anni della Caritas di Pisa, fondata l’8 novembre 1972, a cui hanno partecipato circa 150 operatori e volontari e rappresentanti dell’associazionismo d’ispirazione cristiana.

L’ha aperta l’introduzione dell’arcivescovo Giovanni Paolo Benotto che si è ispirato all’icona biblica di Marta e Maria per dire che “servire i poveri non è solo fare assistenza sociale ma realizzare il servizio del Signore ai poveri con il profumo nuovo della generosità”.

La storia dei primi anni, invece, l’ha ripercorsa monsignor Antonio Cecconi, oggi parroco dell’unità pastorale della Valgraziosa ma già vicedirettore della Caritas Italiana e direttore di quella diocesana dal 1978 al 1990, gli anni in cui la Caritas a preso forma ed è decollata.

“Fui nominato dall’allora arcivescovo Benvenuto Matteucci nel febbraio del ’78 e quasi subito dopo invitai monsignor Giovanni Nervo, fondatore e allora presidente di Caritas Italiana – ha ricordato -: rimase con noi una giornata incontrando il consiglio presbiteriale, l’arcivescovo e il suo segretario Giovanni Paolo Benotto e i laici di alcune associazioni del territorio. Per lo sviluppo della Caritas diocesana, però, fu molto importante l’emergenza boat people e l’accoglienza dei profughi cambogiani e vietnamiti: furono allestiti due grandi centri di prima accoglienza sul Litorale e, dopo, otto famiglie rimasero in diocesi, accolti dalle comunità parrocchiali. Impegni che richiesero una notevole mobilitazione di volontari. Lo stesso accadde poco dopo, con il terremoto in Irpinia, quando ci gemellammo con la parrocchia di Mirabella Eclano, organizzando campi di lavoro in loco. Nel frattempo in città promuovemmo una casa famiglia per disabili, con attenzione anche all’inclusione lavorativa, e cominciammo ad occuparsi dell’allora problema emergente delle tossicodipendenze, coinvolgendo il Ceis di Lucca e don Bruno Frediani che già da tempo si occupavano di questo problema. In tutti questi percorsi è stato fondamentale l’apporto degli obiettori di coscienza al servizio militare, giovane disposti a fare una scelta di pace anche sulla propria pelle perché allora il servizio civile era più lungo di quello militare e di cui, in un tempo questo, si sente una notevole mancanza”.

Le provocazioni, invece, le lanciate don Marco Pagniello, direttore di Caritas Italiana. “Quanti poveri ci sono oggi a questo convegno? – ha domandato rivolto alla platea -: perché la sfida che abbiamo di fronte è di costruire percorsi non per i poveri ma insieme a loro: in questo senso l’otto per mille ha un po’ deviato il nostro cammino ma dobbiamo ripartire dal fatto che i poveri non sono solo persone con dei bisogni, ma soggetti di diritti e anche portatori di risorse”.

Fonte: caritaspisa.com

Ultime Notizie

Frontale in superstrada: morto conducente contromano, un ferito grave

L’incidente in superstrada è costato la vita al conducente di 83 anni a bordo dell’auto contromano, nel frontale ferito un uomo di 44 anni. L’incidente...

Cominciati i lavori sugli orti urbani a Pontedera: assegnazione con bando

I lavori sugli orti urbani sono cominciati a Pontedera e proseguiranno nel mese di dicembre: l’assegnazione su bando, con categorie prioritarie. Sono partiti i lavori...

Saldi, data unica: via il 5 gennaio anche a Pisa e provincia

A gennaio via con i saldi anche a Pisa e provincia: la regione Toscana ha deliberato ufficialmente la data d'inizio, data unica per tutta...

Santa Maria a Monte piange il suo storico barista ‘Grappino’

Morto Giancarlo, per tutti 'Grappino', storico barista di Ponticelli: molti i messaggi di cordoglio. SANTA MARIA A MONTE – E’ morto Giancarlo Botti, per tutti...

Adolescente ruba moto a Marina di Pisa ma viene beccato dalla polizia

Una Honda rubata a Marina di Pisa da un adolescente, fermato dalla polizia: la moto riconsegnata al proprietario. PISA - Nel pomeriggio di ieri, mercoledì...

Covid Valdera, il mese delle feste comincia con 71 nuovi casi

Questi i dati accertati sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale relativi all’andamento dell’epidemia in regione. Sono 2.011 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle...

News più lette negli ultimi 7 giorni

Toscana: 2.413 nuovi casi Covid e 18 decessi, in calo pressione su ricoveri

CORONAVIRUS. 2.413 nuovi casi, età media 37 anni. Sono 18 i decessi. I ricoverati sono 826 (20 in meno rispetto a ieri), di cui 55...

Muore noto volontario della Misericordia

Se ne va un uomo molto conosciuto e stimato per il suo impegno verso la collettività. PONTEDERA. Le comunità di Treggiaia e Forcoli piangono la...

Striscia la Notizia a Palazzo Blu

Il servizio è andato in onda su Canale 5 ieri. PONTEDERA. Striscia La Notizia, il noto programma televisivo trasmesso su Canale 5, ha realizzato un...

“Bientina accende il Natale”: ecco la pista di pattinaggio sul ghiaccio!

Presentata per la prima volta la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza. Tanti eventi e un’illuminazione natalizia più sostenibile. Arriva il Natale e Bientina si...

Introvabile una persona, scattate le ricerche a Caprona

La comunicazione giunge nel primissimo pomeriggio di oggi domenica 27 novembre. Una persona è introvabile a Caprona, sono già scattate le indagini dei Carabinieri. Alle ricerche...

Muore ex insegnante e volontaria, comunità in lutto

PONTEDERA. Tutti la ricordano come una grande donna, una persona speciale, un punto di riferimento per tutti i colleghi. E' venuta a mancare ieri...