Cascina, la lista di Rollo chiede più controlli sul territorio per far rispettare le regole

CASCINA. Il gruppo “Valori e Impegno Civico Dario Rollo” ha depositato una interrogazione per sapere i controlli e le azioni intraprese dall’amministrazione comunale per far rispettare i divieti imposti dai dpcm e ordinanze vigenti.

La richiesta è firmata dal consigliere capogruppo Dario Rollo che afferma: “Il Governo ha emanato diversi dpcm prevedendo numerosi divieti per evitare il formarsi di assembramenti pubblici che potrebbero far aumentare il contagio da Coronavirus tra persone. Inoltre la Regione Toscana è stata dichiarata zona rossa a partire dal 15 novembre scorso inasprendo pertanto le regole e i divieti a carico dei cittadini e attività economiche. C’è da considerare che per far rispettare le misure imposte è necessario incrementare e rafforzare i controlli per tutelare la salute pubblica ed è compito di ogni Pubblica Amministrazione far rispettare le regole e sanzionare, qualora necessario, in quanto il rispetto delle regole è senso civico ed una forma di educazione verso il prossimo. Diversi commercianti locali e cittadini, attraverso l’uso dei social, hanno denunciato alcune situazioni irregolari. Risulterebbe infatti che delle attività commerciali e artigianali nel comune di Cascina non rispettano i divieti imposti dagli ultimi dpcm. Considerato che il mancato rispetto dei decreti e ordinanze rischia di mettere a repentaglio la salute e la vita dei cittadini e che è responsabilità del Sindaco, in qualità di autorità sanitaria locale e autorità locale di pubblica sicurezza, garantire la sicurezza ed adottare tutte le azioni ritenute necessarie per proteggere la popolazione cittadina, evitando, in questo particolare periodo, la creazione di assembramenti e movimenti superflui sul territorio, il consigliere Rollo interroga il sindaco e la giunta comunale per sapere se è vero che vi sono alcune attività commerciali sul territorio che non rispettano i divieti imposti dai dpcm e ordinanze; se sono a conoscenza delle denunce espresse da parte di commercianti e cittadini sui social circa il non rispetto delle regole da parte di alcune attività economiche; le azioni intraprese dall’amministrazione per far rispettare i divieti imposti; il numero dei controlli effettuati da parte della Polizia Municipale dal giorno di entrata in vigore della zona arancione suddivisi tra attività economiche e normali cittadini; il numero delle eventuali sanzioni elevate da parte dell’organo di controllo e il numero degli agenti impegnati nell’attività di controllo, i relativi servizi e i mezzi utilizzati. Far rispettare le regole è un obbligo. Soprattutto è dimostrazione di rispetto nei confronti di chi invece le regole le segue in maniera puntuale e precisa – conclude Rollo.

 

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It