''Non trasferite Don Luca'': parte la petizione dei cascianesi

CASCIANA TERME LARI. I fedeli della parrocchia di Casciana Terme insorgono e chiedono a gran voce che Don Luca Carboni non sia trasferito. 

È notizia di questi giorni come, per decisione del Vescovo di San Miniato monsignor Andrea Migliavacca, Don Luca passerà a Ponsacco così da coadiuvare Don Armando Zappolini. A Casciana Terme invece arriverà don Massimo Meini (come vi abbiamo anticipato QUI), attualmente collaboratore nella comunità parrocchiale di Capanne, Marti e Montopoli.

Come apprendiamo da Edizioni Nuova Casciana, e così da molti paesani, la comunità non ci sta. Don Luca, con la sua grinta e la sua simpatia, era ormai diventato un punto di riferimento per la gioventù e la comunità scout del paese, o più in generale per tutta la cittadinanza. 

Ecco dunque che, con grande rammarico e speranza, è stata organizzata una raccolta firme in varie attività del paese ed è stato chiesto un appuntamento allo stesso Vescovo. 

La missiva recita:

"Dopo aver appreso con dispiacere il trasferimento del nostro apprezzatissimo Don Luca, vogliamo con questa missiva sottoporre al Vescovo di San Miniato le ragioni che seguono:
I bisogni della nostra parrocchia sono quelli di puntare su una continuità giovane per dare supporto al parroco attualmente in carica. Don Meini sarà operativo soltanto il fine settimana e la nostra comunità ha bisogno di forza, di vigore e di costanza per dare ad essa un futuro prospero e basato sulla fede.
Siamo pertanto a richiedere un incontro al monsignor Vescovo Andrea Migliavacca per esporre le problematiche legate alla nostra parrocchia e all’importanza di mantenere una figura giovane e apprezzata dall’intera comunità".

CCN Fornacette centro articolo
 

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It