La Lega di Capannoli critica duramente il Sindaco Cecchini

CAPANNOLI. La Lega di Capannoli, in un comunicato, critica le azioni del Sindaco Cecchini: "il cittadino rientra tra le priorità della pubblica amministrazione?"

"A circa due mesi dall'inizio della pandemia da virus COVID-19 la Lega di Capannoli vuole ritornare su due questioni già proposte ed ancora disattese: proroga di tutti i tributi locali e sanificazione di tutto il territorio comunale."

"In particolare, il "buon senso" a tutela di tutta la collettività - continua la Lega - ci impone a sollecitare il "Primo Cittadino" ad intervenire sulla possibilità di proroga e/o sospensione di tutti i tributi locali, secondo quanto stabilito dai vari Decreti Legislativi, non ultimo il DL 18/2020 che introduce altresì le modalità di riduzione degli stessi, al fine di dare sollievo a tutte le attività commerciali e le famiglie colpite dalle conseguenze dell'emergenza Coronavirus, azione già intrapresa da diversi comuni della provincia di Pisa, quindi non impossibile nel realizzarla."

"In un momento di difficoltà e sacrifici generali, chiediamo sopratutto chiarezza nelle comunicazioni ufficiali della Pubblica Amministrazione, onde evitare di portare la cittadinanza in confusione, in particolare vogliamo ricordare l'interpellanza presentata dalla lega, sulla sanificazione di tutte le strade di Capannoli e Santo Pietro Belvedere, la cui esecuzione è stata confermata sulla pagina ufficiale di FaceBook del Comune, ma che in realtà riguardavano soltanto "le aree sensibili" e non tutte le strade. A tal proposito vogliamo sottolineare la mancanza di congruità nel rapporto di valutazione sull'importanza di sanificare del Comune: la sanificazione parziale e non totale del territorio urbano è costata 1950 € (determina nr. 88 del 28/3/2020), mentre la sanificazione per il solo edificio comunale è costata 690 € (determina 98 del 02/04/2020); è evidente che - conclude la Lega Capannoli - quanto speso per la sanificazione del territorio è una cifra iniqua ed irrisoria, rasente il "ridicolo". Una tale azione induce a chiedersi se il cittadino rientra tra le priorità della pubblica amministrazione. Ribadiamo ancora e con maggior forza che prima della "fase 2" si proceda alla sanificazione completa di tutto il territorio comunale."

Aiuta l'informazione libera. Condividi questo articolo!
Pin It