Politica

CAPANNOLI. Pronta e secca risposta della Lega Capannoli in merito alle dichiarazioni rilasciate dal capogruppo consiliare Pasqualetti a proposito della questione 'Poste Santo Pietro Belvedere' (leggi anche qui). In un comunicato stampa l'organo politico ribatte punto su punto:

Poste Santo Pietro:  l’azione di FdI non si è limitata al solo ambito comunale! Così introduce un comunicato stampa di Fratelli d'Italia a firma di Mattia Cei, Matteo Arcenni e Giacomo Citi  in un botta e risposta al comunicato diffuso da Luca Pasqualetti della lista civica “Per Arianna Cecchini Sindaca”


 
"La maggioranza capannolese - si riporta nel comuinicato -  non merita risposta, in quanto sanno di mentire spudoratamente raccontando i fatti in modo distorto per cercare di screditare il lavoro portato avanti da Fratelli d'Italia.
 Sanno benissimo quali sono le nostre giustificazioni, i firmatari della petizione hanno detto che non volevano la mozione ed essendo eletti con i voti dei cittadini noi siamo tenuti a rispettare le loro volontà, mentre la maggioranza vuole solamente alimentare polemiche". 
 
"Ricordo - continua il comunicato FdI - che l’azione di Fratelli d’Italia, a differenza di quella della maggioranza, non si è limitata al solo ambito comunale bensì a giugno tramite i nostri deputati è stata presentata un’interrogazione parlamentare che aveva come oggetto proprio la questione della mancata riapertura dell’Ufficio postale di Santo Pietro. Si è trattato di un atto molto più utile di una semplice mozione comunale, in quanto chiedevamo spiegazioni in modo diretto al ministro Patuanelli, e proprio grazie anche a questa nostra richiesta da lì a poco l’Ufficio postale è tornato operativo e non solo il ministero ha provveduto a predisporre un controllo periodico sulla situazione dell’Ufficio Postale di Santo Pietro Belvedere a garanzia dello sviluppo e operatività dello stesso".
 
"Invitiamo la maggioranza capannolese invece di alimentare polemiche ad iniziare a pensare ai veri problemi che attanagliano i cittadini, ricordiamo infatti che la tassazione nel nostro comune è la più alta della Valdera. In questo momento così difficile questo grava ulteriormente su tutta la comunità capannolese ma in particolare modo sulle famiglie meno abbienti. Parlando invece di sviluppo e possibilità di crescita sia economica che turistica ricordiamo anche che la maggioranza ha bocciato la mozione sulla tappa del Giro d’Italia in Valdera. Fatto gravissimo, - conclude il comunicato FdI- specialmente perché l’assessore allo sport non ha neanche espresso la propria opinione a riguardo".
 
Il documento è firmato da: Giacomo Citi, Matteo Arcenni e Mattia Cei FdI Capannoli